30/04/2018

Il colosso cinese della tecnologia Xiaomi realizza numerosi prodotti di alta qualità in numerosi settori e adesso si è concentrato anche sul settore degli strumenti musicali. Per iniziare alla grande ha immesso nel mercato uno degli strumenti più apprezzati, l'ukulele. Il Populele di Xiaomi, che è una sorta di ukulele intelligente, è in grado persino di insegnare a suonare un intero pezzo musicale a una persona. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

 

Fabbricazione

Il populele in sé è uno strumento comune, realizzato in legno (precisamente in palissandro) con quattro corde in nylon ed essendo tale si può suonare come qualsiasi altro ukulele. Pesa 545 grammi e di conseguenza ha un peso normale per un ukulele.

 

Ci sono due differenze: su un lato si trova un'entrata micro USB e accanto un pulsante di accensione. La rispettiva elettronica si trova all'interno ed è visibile dal foro di risonanza. La seconda particolarità: nella tastiera si trovano 72 LED, che se spenti sono invisibili.

 

Nell'ukulele è integrata una batteria da 800 mAh. Per caricarla è disponibile un cavo micro USB che si può inserire nella rispettiva porta laterale.

 

Accessori

Oltre alla mini-chitarra, all'interno della confezione troviamo una serie di accessori ben riposti nella scatola.

Plettri
Corde

Ci sono due plettri ma anche delle corde di ricambio; vi è persino un capotasto, anche se questo non è utile proprio all'inizio.

Capotasto
Cavo di carica

Il punto forte degli accessori in dotazione è la custodia in lino, con cui si può trasportare comodamente l'ukulele. In una tasca interna con chiusura lampo si trovano anche gli altri accessori.

Custodia

La App

Per poter utilizzare le funzioni "intelligenti" è necessario installare sullo smartphone la App appositamente concepita. La App del populele è disponibile nel Playstore sia per Android sia per iOS in iTunes. È possibile avviare la App anche senza strumento, ma prima si deve creare un account. Senza populele si possono vedere solo i video esplicativi e le playlist, ma non si possono riprodurre le canzoni.

Per collegare lo smartphone e il populele bisogna accendere lo strumento e attivare il Bluetooth nel cellulare. Nella App vengono poi visualizzati i dispositivi dispositivi e creare una connessione.

Schermata iniziale con diverse modalità e impostazioni

La App è colorata e con un design un po' infantile. Le animazioni hanno comunque un bell'aspetto e lo stesso vale per i video. Questi sono disponibili per ogni passaggio. Così è possibile imparare nozioni sulla discedenza dell'ukulele, su come si tiene e sul modo in cui toccare le corde. La maggior parte dei video ha l'audio; lo speaker parla in un inglese chiaro e comprensibile senza accento. A ciò si aggiungono animazioni e materiale video sul populele, che spiegano i diversi accordi.

 

Imparare a suonare l'ukulele con la App?

Le prime lezioni sono lente, qui si imparano gli accordi che si possono imparare inizialmente senza fretta. Poi si possono suonare gli accordi seguendo il ritmo e si ottengono punti se lo si fa bene. La App riconosce se si suonano gli accordi giusti.

Come supporto viene visualizzata la posizione delle dita sul display del cellulare, inoltre si illumina anche il LED corrispettivo.

 

I consigli dati sono molto utili e già dopo alcune lezioni si notano i piccoli miglioramenti fatti. L'aspetto più difficile non è tanto azzeccare gli accordi quanto suonarli seguendo il ritmo.

Guitar Hero 2.0?

Oltre alla funzione "Game", in cui si eseguono i diversi esercizi, ci sono poi intere canzoni da poter riprodurre. Tra queste troviamo una serie di canzoni pop conosciute, come ad esempio le canzoni di Adele, Ed Sheeran o classici dei Beatles o di Michael Jackson.

 

Le musiche sono suddivise in base al loro livello di difficoltà, ma quelle più semplici non sono adatte ai principianti che ancora devono imparare a seguire il ritmo e ad essere abbastanza veloci.

Solo per destrimani

La particolare conformazione dell'ukulele fa sì che lo strumento non sia adatto ai mancini. Uno strumento comune si può ruotare e si può cambiare anche la siposizione delle corde, qua invece non è così semplice. La App mostra solo gli accordi per la mano sinistra e anche i LED sulla tastiera si illuminano solo in un modo. Non si sa ancora se ci sarà un aggiornamento della App. 

Conclusione

Il populele ha conquistato una posizione speciale tra i gadget a nostra disposizione. Non capita tutti i giorni di testare uno strumento musicale. Per quanto riguarda la qualità del suono, questa non è inferiore ad altri ukulele. Da principiante l'aspetto che ho apprezzato maggiormente è sicuramente la App, che mi supporta nell'apprendimento.

 

Posso confermare che con il populele si può imparare a suonare l'ukulele. Naturalmente non rimpiazza al 100% lo strumento originale, ma è siucramente una variante più flessibile e meno complicata. Inoltre il prezzo è adeguato.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »