04/06/2018

Ulefone è molto conosciuto per i suoi smartphone dalla batteria potente e colpisce sempre per nuovi prodotti interessanti e innovativi. Il nuovo fiore all'occhiello di questa casa produttrice, l'Ulefone Power 5, colpisce molto. Infatti, è dotato di una batteria da 13.000 mAh, essendo lo smartphone con la batteria più grande del mondo. Non potevamo non testare questo dispositivo e ne abbiamo scoperto delle belle. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

 

Specifiche tecniche

  • Display: da 6 pollici IPS LC (2160 x 1080 p), 18:9 con 403 ppi
  • Processore: MediaTek MTK6763 Helio P23 2,3 GHz
  • Chip grafico: Mali-G71MP2 @ 770 MHz
  • RAM: 6 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 GB (scheda SD fino a 256 GB)
  • Telecamera: da 21 megapixel Sony IMX230 con diaframma f/1.8 f+ 5 megapixel
  • Telecamera anteriore: da 8 megapixel + 5 megapixel ƒ/2.2
  • Batteria: 13.000 mAh, con 5V/5A Fast Charge e 10W Qi-Charge
  • Connettività: LTE B1/3/7/8/20, BT 4.1, 802.11a/b/g/n 2.4G/5G, GPS/GLONASS
  • Caratteristiche: sensore di impronte digitali, SIM ibrida, ricarica Qi, USB-C, LED di notifica
  • Sistema operativo: Android 8.1 Oreo (patch di sicurezza aprile 2018)
  • Dimensioni/peso: 169,4 x 80,2 x 15,8 mm / 330 g

Design

L'aspetto dell'Ulefone Power 5 è più simile a quello di uno smartphone per esterni e ci ricorda gli smartphone Blackview. Ciò è dovuto a una combinazione di metallo, plastica e "pelle artificiale". Gli elementi metallici sono più nella parte laterale. Il retro è in plastica sintetica.

 

 

Grazie alle numerose materie plastiche, il Power 5 è un po' più "economico" di quanto ci si aspetterebbe dal suo aspetto. Dopo tutto, il peso di 330 g è stabile per via della mancanza di metallo. Anche le dimensioni sono mostruose: 169,4 x 80,2 x 15,8 mm. Questo rende il Power 5 lo smartphone meno adatto per il funzionamento con una sola mano che abbiamo testato finora. Lo spessore è assolutamente comprensibile e anche gestibile, ma l'altezza, evidente con il display da 6 pollici 18:9, è troppo elevata.

 

La lavorazione complessiva è buona, anche se in alcuni punti lo spazio sono un po' troppo eccessivo. I tasti (accensione, volume, shortcut) e il sensore di impronte digitali si trovano sul lato destro. Tutti sono ben strutturati, hanno un buon punto di pressione e non oscillano. Sfortunatamente, non si può dire lo stesso dello slot per la SIM ibrida sul lato sinistro.

Display

Il display da 6 pollici IPS LC ha una risoluzione di 2160 x 1080 pixel in formato 18:9 e quindi offre una densità di pixel di 403 PPI. È leggero, non presenta difetti come macchie chiare o scure e il touch screen reagisce in modo rapido e affidabile anche ai gesti multitouch. Solo il contrasto potevaa essere migliore. Una volta rimossa la pellicola di protezione in plastica preinstallata, lo smartphone è sensibile alle impronte digitali proprio come gli altri modelli.

 

 

Ulefone Power 5 con CPU Helio P23

Non è sufficiente collegare una batteria di grandi dimensioni a uno smartphone per ottenere una lunga durata della batteria. Oltre all'ottimizzazione del software, è fondamentale la scelta del processore giusto. Ulefone rimane fedele a MediaTek e utilizza Helio P23 nel Power 5. Quattro degli otto core ARM Cortex A53 operano a 2,0 GHz, l'altra metà a 1,5 GHz. 

Il processore a otto core ha anche 6 GB di memoria LPDDR4X. La memoria interna da 64 GB, invece, è uno standard, ma può essere espansa fino a 256 GB tramite micro-SD. I giochi attuali come PUBG Mobile funzionano senza problemi a medio livello grazie alla GPU Mali-G71, ma hanno tempi di caricamento abbastanza lunghi a causa della memoria non troppo veloce.

 

Android 8.1

Android 8.1 è disponibile nell'Ulefone Power 5 e viene fornito con la patch di sicurezza di aprile 2018. Siamo quindi su una versione molto aggiornata del software. Ciò è evidente anche nel funzionamento quotidiano. Il Power 5 reagisce in modo rapido e affidabile e fortunatamente non dispone di bloatware (app inutili) preinstallati.

4 fotocamere, 3 funzionanti

Naturalmente il Power 5 dispone anche di telecamere, ce ne sono quattro in totale. Sul retro si trova il sensore IMX230 di Sony da 21 megapixel e un diaframma ƒ/1.8. Inoltre, Ulefone integra uno stabilizzatore ottico di immagine che, tuttavia, non è percepibile nei video. Inoltre, vi è una fotocamera da 5 megapixel, che non offre molto valore aggiunto, perché non viene utilizzata in nessuna modalità.

 

Le foto della fotocamera principale sono sorprendentemente buone se si lascia la fotocamera in modalità "Auto". Ma se si desidera utilizzare la modalità HDR o ritratto, la fotocamera risponde con un bokeh falsato, colori innaturali e un tempo di scatto lungo. Gli scatti in condizioni di scarsa illuminazione sono però ancora accettabili, considerando che la messa a fuoco del Power 5 non era sulla fotocamera.

Modalità ritratto
Colori intensi e nitidi con buona luce
Modalità HDR (a destra)

Telecamera anteriore con modalità ritratto inutilizzabile

La fotocamera anteriore combina un sensore da 8 megapixel con un sensore da 5 megapixel con un diaframma ƒ/2,2. Questo viene utilizzato anche per il face unlock (sblocco dello smartphone con il riconoscimento del volto), che funziona in modo affidabile e abbastanza veloce ma può anche essere ingannato con una semplice foto. Quindi, se si desidera proteggere i dati, è meglio evitare il riconoscimento del volto. I selfie vanno bene, ma nessun miglioramento reale rispetto ai loro predecessori. La modalità ritratto purtroppo non serve a nulla.

Selfie

La batteria per smartphone più grande del mondo

A differenza dei modelli precedenti, il produttore raddoppia il numero di mAh e utilizza una batteria da 13.000 mAh, la più grande batteria per smartphone attualmente disponibile. Tuttavia, la capacità totale della batteria non è suddivisa in una batteria, ma in due batterie. Ulefone stesso afferma di poter utilizzare la batteria per ben sette giorni. Di conseguenza, è necessario ricaricare il Power 5 solo una volta alla settimana.

La ricarica del telefono richiede solo 2,5 ore, secondo Ulefone, grazie alla tecnologia 5V5A Fast Charge. Nel nostro test, dopo 2 ore e mezza era ancora a circa l'85%. Per il 100% ci sono volute 3 ore e mezza, di cui le ultime ricariche erano più lente rispetto a quelle iniziali.

 

La durata della batteria con una luminosità del display del 50% è di 28 ore e 10 minuti. Se utilizza il cellulare attivamente per circa 5 ore al giorno, può resistere facilmente fino a cinque giorni. Una bella caratteristica è la possibilità di ricaricare il telefono in modalità wireless. Poiché questa supporta "solo" la ricarica Qi da 10 W, una carica completa richiede un certo tempo.

Banda 20 LTE, un tasto di scelta rapida e tre adattatori

L'Ulefone Power 5 offre non solo una batteria di grandi dimensioni, ma anche ulteriori caratteristiche interessanti. Troviamo la banda LTE 20, così come Bluetooth 4.1, WiFi 802.11a/b/g/n Dual Band, GPS e GLONASS. Sotto il sensore di impronte digitali nella parte laterale c'è anche un tasto di scelta rapida, che serve come pulsante della fotocamera e pulsante di scatto (premere brevemente) e pulsante per la registrazione vocale (premere a lungo).

 

Il sensore di impronte digitali è stranamente posizionato sul lato destro, il che è stata una buona decisione dato lo spessore del Power 5. Una volta abituati al posizionamento, il sensore è abbastanza veloce e affidabile. In basso si trovano il connettore USB-C e l'altoparlante mono, ma purtroppo non il jack per le cuffie. Per questo è incluso uno dei tre adattatori. Gli altri due sono un adattatore OTG per ricaricare altri smartphone e un adattatore USB C-to-micro.

 

All'interno della confezione troviamo numerosi accessori. Oltre alla pellicola protettiva preinstallata ce n'è una seconda, una custodia e naturalmente un caricabatterie e cavi.

Conclusione

Con il Power 5, Ulefone ha sicuramente raggiunto l'obiettivo di una batteria di grandi dimensioni con la durata più elevata che finora abbiamo testato. Il telefono cellulare può anche convincere con un buon schermo, prestazioni ragionevolmente veloci e un Android 8.1. Punti deboli sono le telecamere secondarie e la lavorazione in plastica scadente. Il Power 5 è molto ingombrante e pesante. Se siete vi piacciono i modelli simili, è come avere un powerbank che è anche un buon smartphone.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »