17/08/2018

L'Honor 10 è stato presentato a maggio 2018 a Londra per il lancio ufficiale in Europa. Noi eravamo lì e non potevamo non parlarvi di un evento del genere. Huawei è oggi il terzo produttore di smartphone al mondo e ciò è dovuto principalmente al buon rapporto qualità-prezzo. La consociata Honor si è posta il compito di rendere ancora più interessanti i prezzi dei propri dispositivi. Il nuovo Honor 10, che è in gran parte simile al P20 di Huawei, è uno smartphone di punta. Noi lo abbiamo messo alla provaper testare le sue funzionalità. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

 

 

 

Specifiche tecniche

  • Display: LCD da 5,84" IPS, 2280 x 1080p, 19:9, 432 PPI
  • Processore: HiSilicon Kirin 970 a 2,36 GHz e 1,8 GHz
  • Chip grafico: Mali G72 MP12 a 850 MHz
  • Memoria: 4 GB LPDDR4X Dual Channel a 1,833 MHz
  • Memoria interna: 64/128 GB UFS 2.1 (senza estensione)
  • Telecamera principale: monocromatica da 24 MP con sensore RGB da ƒ/1,8 + 16 MP con ƒ/1,8 e PDAF
  • Telecamera anteriore: 24 MP con diaframma f/2.0
  • Batteria: 3.400 mAh con Honor SuperCharge 5V/4.5A
  • Connettività: LTE Band 1,3,5,7,8,20, WLAN AC, GPS/BDS, BT 4.2, Dual SIM
  • Caratteristiche: sensore di impronta digitale | Tipo USB C | Presa per cuffie | NFC
  • Sistema operativo: EMUI 8.1, Android 8.1
  • Dimensioni / peso: 149,6 x 71,2 x 7,7 mm / 153 g
  • Rapporto qualità-prezzo: a partire da 399€ / 15 maggio 2018 in blu e verde, grigio e nero

Confezione

Oltre allo smartphone, troviamo una chiavetta USB (a portata di mano!) e uno skateboard da dito (cool! ma perché?). L'Honor 10 si trova all'interno di una discreta scatola bianca e un piccolo "10" sul davanti.

 

Oltre al telefono, ci sono gli accessori di ricarica essenziali: un cavo bianco USB Tipo C e un caricabatterie da 22,5 W. Il cavo di ricarica ha accenti viola su entrambe le estremità, il che è un dettaglio davvero cool. Sono inoltre disponibili un ago per la SIM, le istruzioni per l'uso e una custodia in silicone trasparente.

 

 

Non potrebbe essere più facile da gestire

L'Honor 10 è stravagante e si distingue dai dispositivi di massa. Tuttavia, è anche una continuazione logica del popolare Honor 9, che ha combattuto una gara testa a testa nella penultima generazione di smartphone con il Mi 6 Xiaomi. La tendenza dello schermo completamente senza bordi qui non è presente, perché il bordo inferiore dello schermo è ancora abbastanza grande, ma più stretto del suo predecessore. Il sensore di impronte digitali è nella parte anteriore e funziona anche con le dita bagnate.

Come il suo predecessore, l'Honor 10 ha una parte anteriore e posteriore in vetro 2.5D. Le due varianti di colore Phantom Blue e Phantom Green sono molto particolare, perché ricordano il colore Twilight di Huawei P20 Pro.

 

 

 

Il telaio è ovviamente realizzato in metallo colorato e offre stabilità e protezione contro le cadute. Le dimensioni di questo nuovo smartphone sono di 149,6 x 71,2 x 7,7 mm, il che significa che l'Honor 10 non è più grande del suo predecessore, anche se il display è stato ingrandito da 5,15 pollici a 5,84 pollici.

 

 

Anche il peso ridotto di 154,5 g gioca un ruolo importante e in più mi piace molto anche la forma ergonomica. I lati lunghi leggermente arrotondati in combinazione con lo spessore di 7,7 mm fanno sì che lo smartphone si tenga bene in mano. Eseguire operazioni con una sola mano, almeno con le mie mani, non è ancora possibile.

 

Display

Nonostante il display sia più grande, viene utilizzato un LCD IPS con una risoluzione di 2280 x 1080p (19:9) e quindi 432 PPI. Con una diagonale dello schermo di 5,84 pollici, il display non è così grande come uno Xiaomi Mi 8 e offre quindi una migliore maneggevolezza.

Tutto sommato, mi piace molto il display. La stabilità dell'angolo di visione va bene, i colori sono riprodotti in modo brillante e la luminosità è più che sufficiente. Solo in caso di luce del sole particolarmente forte è necessario impostare la luminosità al massimo. Per proteggere il display è presente una pellicola protettiva.

 

 

 

Nella parte superiore del display troviamo l'attuale argomento controverso di questo prodotto: la tacca. Questa tacca include la fotocamera anteriore da 24 MP, l'auricolare e il sensore di luce ambientale. È molto più piccola di quella presente in Xiaomi Mi 8 e più simile a quello di OnePlus 6, ma le dimensioni più piccole sono molto facili da spiegare. Il dispositivo di Xiaomi contiene ancora una telecamera a infrarossi e un sensore a infrarossi, che mancano nell'Honor 10.

Hardware

L'Honor 10 è simile a un Honor View 10 sotto molti aspetti: il chipset HiSilicon Kirin 970, ad esempio, che funziona con due cluster quad-core a 2,36 GHz e 1,8 GHz, è completamente identico. Dal punto di vista grafico, viene utilizzata la GPU Mali G72, che garantisce anche buone prestazioni di gioco nell'attuale Galaxy S9(+), ad esempio. Le stesse combinazioni di 4GB/64GB e 4GB/128GB sono usate anche per la memoria di lavoro e la memoria di massa.

 

 

Il Kirin 970 non è più il più recente processore sul mercato, ma questo non significa molto perché le prestazioni dell'Honor 10 sono superiori rispetto a quelle di uno smartphone medio. Questo è già evidente quando si aprono e si chiudono le app.

 

Dual Camera

Alla presentazione di Londra la fotocamera è stata, tra le altre cose, uno degli aspetti più importianti e si è parlato molto delle diverse modalità AI disponibili nell'applicazione della telecamera. Grazie ad AI, la galleria dovrebbe anche essere in grado di riconoscere e raggruppare le persone in cartelle e continuare a tenere traccia dei bambini come la stessa persona anche quando crescono. Le due telecamere posteriori hanno una risoluzione di 24 MP (monocromatica) e 16 MP (RGB), entrambe con diaframma ƒ/1,8 e funzionano con PDAF.

 

 

Mi piacciono le foto della fotocamera dell'Honor 10. In generale, i colori sono molto vivaci e possono brillare con una buona saturazione. La risoluzione relativamente alta di 16 megapixel non è emerge rispetto a un Mi Mix 2S con 12 megapixel, ma questo non riduce la qualità della foto. Infine, la messa a fuoco automatica funziona in modo molto affidabile e le foto hanno una buona nitidezza.

 

 

 

AI è un grande argomento di Honor 10, la modalità AI funziona in linea di principio proprio come la Xiaomi Mi Mix 2S, ma è più convincente nel test. Principalmente grazie al riconoscimento più rapido della scena. Ad esempio, la NPU del processore riconosce un impianto quasi in tempo reale e regola le impostazioni della fotocamera. I risultati sembrano solo marginalmente migliori rispetto a Xiaomi ma siamo curiosi di vedere cosa accadrà in futuro.

 

Modalità ritratto

La modalità ritratto purtroppo produce foto ritratto innaturali. Il rilevamento dei bordi è piuttosto mediocre e il bokeh è molto evidente nella maggior parte dei casi. Di conseguenza, l'oggetto in primo piano spesso sembra essere stato aggiunto in un secondo momento utilizzando un software di modifica delle immagini.

 

 

 

Fotocamera anteriore

La modalità Ritratto può essere utilizzata anche sulla fotocamera anteriore. Qui il bokeh mi piace di più perché è più morbido e si può riconoscere l'oggetto da mettere a fuoco. I colori e la risoluzione della fotocamera da 24 megapixel fanno la differenza, ma la nitidezza potrebbe essere migliore secondo me.

 

Ricarica veloce grazie a Honor Super Charge 

La dimensione della batteria dell'Honor 10 è in media di 3.400 mAh e può essere ricaricata rapidamente con Honor Super Charge. Sfortunatamente, la ricarica senza fili non è possibile. Una carica della batteria è sufficiente per una buona giornata, con un uso leggermente inferiore anche quasi 1,5 giorni. Honor Super Charge funziona con 22,5 W, ed è quindi molto veloce. 

 

Connettività e opzioni aggiuntive

Quando si tratta di apparecchiature di connettività, si può essere molto soddisfatti dell'Honor 10. LTE Band 20, AC-WLAN, USB-C, NFC, GPS, Bluetooth 4.2 e anche un collegamento per cuffie - sempre più raro - sono disponibili. La fornitura comprende anche una pellicola protettiva per lo schermo già installata e una custodia. Solo l'IP purtroppo mancante per la protezione da polvere e acqua e l'assenza di slot per schede SD rappresentano davvero aspetti negativi.

 

 

 

EMUI 8.1

Per quanto riguarda il software, l'Honor 10 viene consegnato direttamente con l'attuale Android 8.1 Oreo. Come accade solitamente per Huawei e Honor, troviamo qui la versione 8.0 di EmotionUI (EMUI).

 

 

Il sistema operativo non si adatta ai miei gusti personali e lo smartphone è dotato anche di Bloatware di Huawei. Questi includono applicazioni come Honor, Game Suite, Smart Controller e alcune demo di giochi di noti produttori con i quali Huawei ovviamente collabora. È possibile disinstallare tutte queste applicazioni.

 

Honor 10: il nuovo smartphone di punta?

L'Honor 10 in realtà fa quasi tutto bene ed è per questo che mi piace molto. È difficile trovare difetti o fare critiche. La prestazione non è la migliore, ma sicuramente va molto bene. Il display è buono, la durata della batteria e Honor Super Charge raggiungono valori forti e lo smartphone è davvero maneggevole. Con la fotocamera si possono scattare foto divertenti che dovrebbero soddisfare quasi tutti gli utenti. Le uniche cose che critico della fotocamera sono le funzioni AI, che semplicemente non fanno la differenza. Inoltre, l'EMUI non è certamente male, ma richiede anche un po' di tempo per abituarsi. 

Complessivamente mi piace molto l'Honor 10. Con meno di 400€ si ottiene uno smartphone niente male. È molto più sorprendente rispetto al suo predecessore, ma anche più moderno.

Honor 10 GT con 8 GB di RAM

Honor rilascia una versione leggermente modificata di Honor 10: Honor 10 GT. La GT sta per GPU Turbo e già dimostra che è cresciuto soprattutto nel settore della grafica.

 

La fotocamera ha anche la modalità Super Night, presente già in Huawei P20 Pro. Questa dovrebbe essere usata in situazioni di scarsa illuminazione.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-) 

Vai alla pagina del gadget » 

« Post precedente Post successivo »