Notice! Do you want to check out our English website?
22/08/2017

Tra le stampanti 3D abbiamo molto apprezzato l'Anet A6 (~170€), Anet A8 (~150€) e anche la Creality CR-10. Quest'ultima però costa circa 320€ e quindi il doppio rispetto alle varianti Anet. Gli aspetti più interessanti di queste sono il profilo in alluminio e l'estrusore bowden, ma anche la superficie di stampa di 30 x 30 x 40 cm. Se non si ha bisogno di questa superficie di stampa, si può optare per la stampante 3D Tevo Tarantula e risparmiare anche un po' di soldi. Noi la abbiamo testata e nella nostra recensione vi mostriamo gli aspetti negativi e positivi.

anet a8

La Tarantula si basa, come molte altre stampanti cinesi 3D, sulla presentazione open source Prusa i3 di RepRap.

Dati tecnici

  • estrusore Bowden E3D
  • superficie di stampa 200 x 200 x 200 mm
  • profilo in alluminio come cornice e display esterno
  • 2 rotoli di filamento in dotazione
  • Ulteriori varianti:
    • Hotbed da 200 x 280 mm
    • estrusore "Pro Metal" per filamenti Flex
    • estrusore Dual ed estrusore Dual "Pro Metal"

Confezione della Tevo Tarantula 

La confezione è arrivata da noi dopo 14 giorni (weekend incluso) senza nessun danno o graffio. La stampante è protetta da materiale espanso.

anet a8

In generale, tutti i pezzi sono disposti su "tre piani" ognuno con un rivestimento in materiale espanso. Per ogni componente di montaggio bisogna aprire una busta: può sembrare in teoria molto pratico ma alla fine è un po' snervante.

anet a8

Così come per le stampanti 3D della serie Anet, bisogna investire un po' di tempo per costruire la stampante. Il vantaggio è che si impara a conoscere la sua struttura e funzionalità.

Assemblaggio della stampante 3D Tevo Tarantula 

In dotazione troviamo anche una scheda SD, ma questa è vuota e pensata più come bonus: in questo modo ci si deve affidare alle istruzioni in inglese. Peccato! Nella prima pagina delle istruzioni si rimanda direttamente a un video di YouTube relativo al montaggio. Tuttavia alcuni passaggi vengono saltati e non si fa riferimento ad alcune buste etichettate.

anet a8

Purtroppo i tutorial non sono allo stesso livello di quelli della versione Anet: ci sono molti lapsus, le prospettive sono scelte male e la successione di montaggio è diversa rispetto alle istruzioni.

anet a8

Mentre per altre stampanti 3D ho sempre consigliato di suddividere i pezzi singoli e le viti, in questo caso questo lavoro non è necessario grazie alle buste etichettate.

anet a8

Il mio consiglio è di utilizzare entrambi i media, Youtube e istruzioni. 

Inoltre, ricordate di non rimuovere le pellicole marroni sulle parti in acrilico: io l'ho fatto per voi e per scattare foto migliori ;-). Per risparmiare un po' di tempo durante lo spacchettamento, vi consiglio di mettere le parti in acqua per almeno 30 minuti, in seguito sarà più semplice rimuovere la pellicola.

anet a8

Degli accessori mancano un cacciavite (ma chi non ne ha uno in casa!), una pinza per i filamenti e un tagliacavi. Vi troviamo però un cavo UE, un manicotto terminale e una vite di riserva, dadi e una barra di distanziamento.

Per me, che ho testato finora altre 6 stampanti 3D, il montaggio è durato circa 4 ore e mezza.

anet a8

Errori tipici

Nel caso in cui siate principianti, vi troverete ad affrontare uno dei seguenti problemi.

  • I rotoli traballano sulle cornici in alluminio: ci sono barre di distanziamento in metallo. Ruotatele fino a quando i rotoli si fissano.
  • I cavi svolazzano tutto intorno: è normale durante il montaggio. Dopo la prima stampa potete occuparvi dei cavi.
  • Le ventole sono rumorose: spesso le ventole sono avvitate in modo troppo fisso. Vi consiglio di allentare un po' le viti.
  • Il display mostra segni "strani": spesso anche il display viene fissato in modo troppo saldo.

La prima stampa

Iniziamo con il livellare il letto riscaldato: quello manuale non si distingue molto dalle altre stampanti 3D. Fate attenzione al fatto che tra il letto riscaldato e l'ugello ci stia una carta termica, perché altrimenti la stampa non funziona. Inoltre, accertatevi che l'asse X sia impostato a 90 gradi. 

Successivamente, inserite la presa e vedrete il display esterno illuminarsi. Ho selezionato poi l'opzione "Home". Una volta aver tirato fuori il filamento dalla confezione, mi sono accorto che non c'era un supporto per il rotolo. Non è grave ma sarebbe potuto essere un punto in più. D'altra parte, però, troviamo alcuni pezzi di ricambio, tra cui un resistore termico.

Se siete utenti esperti e volete stampare direttamente dal PC piuttosto che con la scheda SD in dotazione, per voi il cavo USB sarà troppo corto (40 cm). Ai principainti consiglio tuttavia di affidarsi alla scheda SD per evitare errori. 

La mia prima stampa è andata benissimo e migliore rispetto a quella dell'Anet A8, simile all'Anet A6, peggiore della CR-10.

Il volume non ha dato fastidio, anche perché ci sono solo 3 ventole. Inotre il display e l'alimentatore sono posizionabili liberamente.

anet a8

Errori tipici 

  • Lo stepper dell'estrusore "scatta": probabilmente il letto riscaldato è troppo serrato all'ugello, non è possibile estrudere abbastanza filamento, il filamento si accumula e lo stepper si sposta così tanto da scattare.
  • Il display si illumina, ma non si vede alcun valore: sul retro c'è una piccola rotellina di contrasto. Giratela con una cacciavite.
  • Un asse motore continua a girare: lo stopper non funziona o non è al posto giusto.

Aggiunta dopo due mesi: test della Tevo Tarantula 

Dopo la prima esperienza, ho deciso di ordinare la TEVO Tarantula con un letto riscaldato da 200 x 280 mm, estrusore bowden duale e sensore auto-livellante.

anet a8

La struttura e il montaggio sono gli stessi, ma i due estrusori saltano subito all'occhio. Il costo di questa versione della TEVO Tarantula è di quasi il doppio (circa 320 €).

anet a8

Anche in questo caso la confezione è ottima. Il risultato di stampa di questa versione è convincente. Tuttavia, penso che il prezzo sia un po' troppo alto per le caratteristiche offerte.

Conclusione 

Per me in questo caso bisogna rispondere con sì o no. Volete:

  • spendere non troppi soldi (meno di 200 €)
  • stampare velocemente (estrusore bowden)
  • non avete bisogno di grandi superfici di stampa (20 x 20 x 20 cm)
  • non hai paura di metterci troppo tempo a montare

Allora la Tevo Tarantula è quello che fa per voi! Volete: 

  • migliori qualità di stampa
  • una superificie di stampa maggiore
  • stampare rapidamente
  • non perdere tempo nel montaggio

Allora acquistate la Creality CR-10. Volete: 

  • la più grande Community di supporto
  • spendere meno di 200€
  • una stampa decente

Allora vi consiglio l'Anet A6. Volete: 

  • un maggiore Community di supporto
  • spendere ancora meno

Allora prendete l'Anet A8. 

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »