29/01/2018

Quando vidi la stampante 3D CR-10 per la prima volta, pensai: "Ehi, una Tronxy X3 in grande". Infatti, la superficie di stampa della CR-10 è davvero enorme, ma la costruzione è identica: profilo in alluminio, estrusore bowden e un alimentatore esterno. Il prezzo è davvero entusiasmante, tuttavia manca un vero pezzo forte. Noi la abbiamo messa alla prova. Se volete sapere perché la stampante 3D Creality CR-10 mi ha lasciato senza parole durante il test, non perdetevi la nostra recensione!

  • Stampante 3D Creality CR-10
  • Stampante 3D Creality CR-10s con 2 mandrini asse Z, un sensore di filamento e un gruppo di continuità in caso di dispersione di corrente

Dati tecnici

  • Modello: CR-10
  • Collegamenti: USB 2.0 o microSD
  • Velocità: 20 – 150mm/s
  • Superficie di stampa: max. 300 x 300 x 400 mm
  • Materiale di stampa: PLA e ABS
  • Ugello: 0,4 mm, cioè filamento da 1,75 mm
  • Particolarità: quasi costruita

Queste specifiche sicuramente lasciano i principianti con un punto interrogativo e gli utenti avanzati con un "perché?!". Varie stampanti 3D dalla Cina hanno più o meno gli stessi parametri di base. L'aspetto che emerge maggiormente è la superficie di stampa di grosse dimensioni, ma vi sono altri aspetti positivi.

Ordine: cosa prenotare a parte

Rispetto ad altre stampanti 3D di produzione cinese, in questo caso non è necessario ordinare a parte molti altri accessori. Tuttavia, alcuni pezzi sono importanti.

  • Filamenti da GearBest: l'"inchiostro" della tua stampante 3D. In dotazione ce ne sono circa 100 m, ma finiscono subito. In questo caso è necessario un filamento PLA da 1,75 mm – il colore è indifferente. Gli oggetti piccoli (4 x 4 x 4 cm) hanno bisogno di circa 10 m di filamento in base al riempiento, quindi vi consiglio di acquistarne almeno 200 m (15-25€) o più.
  • Calibro: qui si tratta di millimetri. Quindi il righello non basta, ma è meglio avere un calbro professionale.

Confezione e spedizione

Il pacco è molto più grande di quello delle stampanti Anet e anche della Tronxy X3. Tali dimensioni della confezione hanno un motivo: la CR-10 è già montata in due grandi pezzi! L'imballaggio è molto solido, all'interno vi è una protezione di poliuretano espanso. In questo modo i due pezzi non urtano contro il cartone e non si danneggaino.

Montaggio della CR-10: 30 minuti!

Dato che la Creality CR-10 arriva già montata in due grossi pezzi, il montaggio si completa in 30 minuti! All'inizio pensavo che le istruzioni non fossero giuste perché il montaggioera spiegato in una pagina, ma in realtà bastano perché bisogna solo avvitare l'asse Z alla sottostruttura e il cavo.

Le viti e le spine stanno bene solo nel punto predisposto per loro, e quindi non vi aspettate di dover risolvere alcun indovinello su dove inserire i pezzi, come per esempio con la Tronxy X3. Un altro vajtaggio è che l'asse Z è fissato in modo molto più stabile del normale grazie all'ulteriore supporto a T.

Le estremità dei cavi per stepper e stopper sono dotate anche di piccoli adesivi, il che rende più semplice e rapida la gestione dei cavi.

Prima di avviare la prima stampa con la CR-10, vi consiglio di controllare tutti i lati della stampante. Nel mio caso il tendicinghia della asse Y non era avvitato bene.

Prima conclusione provvisoria

Il montaggio è stato davvero rapido e dopo 30 minuti circa ho potuto avviare la prima stampa. Se penso alle altre stampanti 3D testate per le quali ho impiegato 3-6 ore, questo è davvero un bel traguardo!

Il primo aspetto positivo che emerge dopo il montaggio della CR-10 è la qualità! Se ad esempio l'alimentatore della Tronxy X3 è in acrilico, qui l'alloggiamento dell'alientatore è interamente in metallo, conferendo maggiore sicurezza.

Grazie al profilo in alluminio, la cornice è molto più stabile rispetto a quello delle stampanti 3D Anet-3D (A8 e A6). Nel caso della Creality CR-10 si è scelto di puntare persino su due profili paralleli. Per quanto riguarda l'altezza della costruzione, come abbiamo già detto, l'asse Z è molto stabile grazie ai supporti a T. 

Per gestire i cavi non vengono utilizzate fascette, ma guaine termorestringenti e tubi retinati (per le estremità). Un altro aspetto positivo è che vi è anche una lastra di vetro (e i morsetti) per la stampa con una parte inferiore piatta. Il livellamento successivo del piatto riscaldato è più semplice tramite i dadi in plastica (vedi in basso a sinistra).

Molto interessante è anche il fatto che il blocco termico per l'ugello è anche avvolto con pellicola isolante. In questo modo, è più semplice mantenere costante la temperatura desiderata.

Le strisce arancioni invece sono solo a scopo decorativo e coprono la scanalatura del profilo. Con il tempo queste sono soggette a usura e possono essere rimosse o incollate.

La prima stampa: dopo 45 minuti!

Come sempre, abbiamo caricato i documenti più importanti sulla scheda microSD in dotazione:

Per la CR-10 sono disponibili circa 200 file (istruzioni, software e file STL).

Il livellamento del piatto riscaldato (vedi fase 2) è piuttosto rapido, anche se c'è da dire che ormai ho diverse esperienze nel montaggio di stampanti 3D. Prendetevi il tempo che vi serve: tra l'ugello e il piatto riscaldato deve starci solo la carta termica, altrimenti la stampa non aderisce.

Per quanto riguarda il filamento, si ottiene un risultato migliore se l'ugello è posto alla distanza giusta. In questo modo, il filamento può essere stampato con la giusta pressione sul letto di stampa senza influire sul flusso di materiale.

 

Dopo due ore e mezza la stampa è terminata e già durante il processo di stampa ero estremamente sorpreso. Il pelo del gatto è visibile così come il collare con le iscrizioni.

Nel caso delle stampanti Anet, ho dovuto eseguire a lungo le configurazioni per ottenere un risultato simile. Vi consiglio in ogni caso di dare un'occhiata ai tre gruppi Facebook per eventuali dubbi (in inglese e cinese):

 

https://www.facebook.com/groups/CrealityCR10/

https://www.facebook.com/groups/3dPrinterCR10/

https://www.facebook.com/groups/CR7.3Dprinter/

 

Maggiore superficie di stampa? CR-10 Plus/S5

Creality, nel frattempo, ha riconosciuto che la superficie di stampa di grandi dimensioni ha riscosso molto successo nei fan e quindi ha prodotto la CR-10 Plus/S5. Tuttavia questa non è stata affatto pubblicizzata e non appare spesso nei più comuni negozi cinesi. GearBest ci ha risposto ad esempio: "Ci dispiace, ma non possiamo venderla". Presupponiamo che sia per via del peso e delle dimensioni.

La Creality CR-10 Plus è dotata di una superficie di stampa di 50 x 50 x 50 cm. Per consentire un processo di stampa stabile il letto riscaldato (che naturalmente è più grande e necessta di più corrente per essere riscaldato) è inserito su due profili in alluminio.

Conclusione

All'inizio ero un po' scettico su questa stampante, ma poi dopo un paio di minuti mi sono dovuto ricredere. Se non si hanno molti soldi a disposizione ma si ha voglia di montare una stampante per 4-6 ore, consiglio l'acquisto di Anet A6 (~170€). Se anche questo prezzo vi sembra eccessivo, potete puntare allora sull'Anet A8 che costa circa 20€ in meno.

Se si ha tempo e voglia, se non si ha bisogno di una grande superficie dis tampa e si vuole risparmiare un po', allora vi consigliamo la Tronxy X3.

La Creality CR-10 costa quasi il doppio, ma in questo modo risparmiate tempo per il montaggio, avrete a disposizione una superficie di stampa di grandi dimen sioni, una cornice molto stabile e tempi di stampa rapidi. Se avete già in mente molti oggetti di grandi dimensioni da stampare, allora vale davvero la pena pensare di acquistare la CR-10.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)  

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »