28/12/2016

La scelta di smartwatch prodotti in Cina è molto ampia ed è destinata a ingrandirsi sempre più. In genere, si tratta di cloni di prodotti della Samsung o dell'Apple. Anche l'articolo che proponiamo in questa recensione, il NO.1 G3, rientra nella categoria dei cloni. Il G3 è infatti una copia del Samsung Gear S2: naturalmente il G3 non possiede le specifiche tecniche dell'originale, ma presenta molte caratteristiche interessanti. Continuate a leggere la nostra recensione per saperne di più!

No. 1 g3 smartwatch

 

Dati tecnici

  • Processore: MediaTek MT2502
  • Display: 1,3 pollici e 240 x 240 pixel
  • RAM: 64MB
  • Memoria interna: 128MB (estendibile fino a 16GB tramite scheda microSD)
  • Batteria: 350mAh / 1-2 giorni di durata
  • Sistema operativo: Android 4.4 KitKat
  • Dimensioni: 51 x 43 x 13mm
  • Peso: 50 g

Confezione, prima impressione e design

La confezione del NO.1 G3 è piccola e bianca e nella parte superiore presenta delle piccole immagini di app. All'interno dell'imballaggio si trovano il G3 smartwatch, nel nostro caso di colore "rose gold", un cavo USB sia per trasferire i dati che per ricaricare l'apparecchio, e un manuale utente in inglese e in cinese. 

L'orologio a prima vista fa un'ottima impressione, in particolare la scelta dei materiali a un presso così basso è veramente riuscita. La parte superiore è fatta di metallo, la parte inferiore di plastica e il cinturino di TPU. I due tasti che si trovano a destra hanno esattamente il punto di pressione che dovrebbero avere e non sono traballanti.

Trattandosi del clone del Samsung Gear S2, non c'è molto da dire sul design. Lateralmente troviamo i tasti di comando, quello più grande serve da pulsante per tornare indietro, l'altro come pulsante di accensione. La parte a sinistra ospita l'altoparlante/microfono e in basso troviamo un connettore a 4 pin per la carica, il cardiofrequenzimetro e una copertura al cui internoc sono la batteria, la SIM card e lo slot per la scheda micro SD. Il connettore a 4 pin è il punto debole del G3 perché i magneti sono troppo deboli e a ogni piccolo movimento si staccano dall'apparecchio.

g3 smartwatch

Lo smartwatch si carica tramite il connettore a 4 pin nella parte inferiore.

g3 smartwatch

La SIM e la scheda microSD si inseriscono facilmente.

Display

L'apparecchio presenta uno schermo di 1,3 pollici con risoluzione di 240 x 240 pixel, il che è abbastanza buono per questo segmento di prezzo. L'aspetto positivo è che il G3 possiede un display completamente rotondo. Nelle impostazioni si ha la possibilitä di regolare la luminosità del display in 5 livelli diversi. La stabilità dell'angolatura non è male e anche in caso di luce solare diretta il display non mostra problemi. Inoltre il touschscreen reagisce in modo abbastanza rapido e riconosce precisamente le digitazioni.

Software e funzioni

Come sistema operativo è stato installato Android Iteration 4.4 KitKat che, benché sia un po' datato, funziona molto bene. Altri aspetti positivi sono sicuramente la quasi assenza di tremolio, la rapida apertura delle app e la semplice struttura del menù.

 

È possibile utilizzare lo smartwatch o come apparecchio autonomo tramite una micro SIM oppure come estensione dello smartphone. Secondo il produttore, il G3 è compatibile con Android e iOS, c'è anche una app per sincronizzare il conta-passi e il monitaraggio del sonno e mostrare le statistiche. Infine, il dispositivo funziona quasi esclusivamente tramite app.

Conclusione

Aspetti positivi:

  • Lavorazione
  • Performance
  • Prezzo

Aspetti negativi:

  • Connettore a 4 pin
  • App necessarie

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »