Notice! Do you want to check out our English website?
26/11/2018

Come produttore, Meizu non è affatto sconosciuto anche se non riesce a tenere il passo con Xiaomi dal punto di vista dell'azienda. È molto famoso sopratutto per gli smartphone con classico formato 16:9 e un buon hardware, come ad esempio il Meizu 15. Noi ci siamo concentrati sul successore, il Meizu 16, lo abbiamo messo alla prova e abbiamo cercato di scoprire le sue caratteristiche. Se anche voi volete saperne di più sullo smartphone Meizu 16, continuate a leggere la nostra recensione!

 

 

 

Meizu 16 (6/64 GB)

disponibile su AliExpress a 388,34€ (versione globale) | su Geekbuying a 473,49€

Meizu 16 (6/128 GB)

disponibile su AliExpress a 445,43€ (versione globale e 8 GB di RAM)

Meizu 16 (8/128 GB)

disponibile su LightintheBox a 401,72€ (Versione globale)

Meizu 16 Plus (8/128 GB)

disponibile su Banggood a 580,70€ | su Geekbuying a 605,05€

Dati tecnici

  Meizu 16 Meizu 16 Plus
Display 6″ Display AMOLED con 2160 × 1080p 6,5″ Display AMOLED con 2160 × 1080p
Processore Qualcomm Snapdragon 845 Octa Core Processor a 2,45 GHz e 1,8 GHz  Qualcomm Snapdragon 845 Octa Core Processor a 2,45 GHz e 1,8 GHz
Chip grafico Adreno 630 @ 710 Mhz Adreno 630 @ 710 MHz 
Memoria principale  6 GB  6 GB 
Memoria interna 128 GB 128 GB
Fotocamera principale Dual camera da 12/20 MP, Sony IMX380 e Sony IMX350 Dual camera da 12/20 MP, Sony IMX380 e Sony IMX350
Fotocamera anteriore 20 MP 20 MP
Batteria  3.010 mAh, mCharge  3.640 mAh, mCharge
Connettività  Wi-Fi AC, BT 5, GPS/GLONASS/BDS, Dual-SIM, LTE Band 20  Wi-Fi AC, BT 5, GPS/GLONASS/BDS, Dual-SIM, LTE Band 20
Caratteristiche  USB Type-C, sensore di impronte digitali nel display, Face Unlock USB Type-C, sensore di impronte digitali nel display, Face Unlock
Sistema operativo Android 8.1 Android 8.1
Dimensioni/peso 150,5 x 73,2 x 7,3 mm | 156 g 160,4 x 78,2 x 7,3 mm | 180 g

 

Meizu 16 - questa volta in formato 18:9

A differenza del suo predecessore, il nuovo smartphone ha un rapporto di 18:9, ma senza tacca. I bordi sottili dello schermo si trovano sopra e sotto lo schermo. Nel confronto diretto, tuttavia, questi sono arrotondati e non così dritti come sul 15. Ciò è dovuto al display, che ora è dotato di angoli arrotondati. In generale, Meizu si concentra su un design arrotondato che è presente in tutto lo smartphone.

 

 

 

 

Grazie ai bordi sottili dello schermo, c'è spazio per la fotocamera anteriore e l'auricolare, ma non per il pulsante mBack. Questa generazione si basa su una soluzione su schermo che funziona anche come pulsante mBack. Non c'è un sensore di impronte digitali sul retro, poiché entrambi gli smartphone sono dotati di un sensore di impronte digitali sul display.

Il concetto di design arrotondato è presente anche sul retro, che è stato progettato con una ceramica bianca molto elegante. La superficie è arrotondata verso tutti e quattro i bordi laterali, dove si fonde con il telaio dell'alloggiamento. La distanza tra la parte posteriore e il telaio è appena visibile, Meizu ha lavorato molto precisamente qui. Sul retro troviamo solo il logo e la doppia fotocamera con il flash.

 

 

 

 

Con dimensioni di 150,5 mm di lunghezza, 73,2 mm di larghezza e 7,3 mm di spessore, il Meizu 16 è uno smartphone veramente compatto secondo gli standard odierni. Il design, la lavorazione e l'implementazione tecnica raggiungono qui il punteggio completo.

Funzionamento tramite il tasto mBack

Il pulsante mBack posto sullo schermo è l'interpretazione di Meizu di un pulsante Home. Anche se l'operazione non è del tutto intuitiva, funziona meravigliosamente dopo un periodo di familiarizzazione molto breve. Un clic sul pulsante digitale corrisponde alla funzione Indietro, in modo da passare alla voce di menu o alla schermata mostrata in precedenza. Scorrendo a sinistra o a destra si va all'applicazione. Il Task Manager può essere aperto scorrendo verso l'alto dall'angolo inferiore sinistro o destro dello schermo.

 

 

 

 

Il vero e proprio pulsante home, invece, non è affatto intuitivo. È possibile tornare al Flyme Launcher solo premendo il tasto Home. Il display è quindi sensibile alla pressione in questo punto e funziona molto bene e in modo affidabile. Se fate fatica ad abituarvi, potete sempre scorrere alle impostazioni o utilizzare i classici tre tasti di navigazione di Android.

Display AMOLED con numerose opzioni di impostazione

A proposito: entrambe le versioni si affidano a un display AMOLED, come già nella generazione precedente. Il Meizu 16 è la versione piccola con display da 6 pollici, il Meizu 16 Plus è più grande. Questo è dotato di un display da 6,5 pollici. Tuttavia, entrambi funzionano con una risoluzione di 2160 x 1080 pixel, che dà al Meizu 16 la maggiore densità di pixel grazie al display più piccolo.

 

 

 

Lo schermo del Meizu 16 fa un buon lavoro in generale, ma il grande punto di forza non è la luminosità. Il pannello AMOLED è sopra la media luminosa, ma ai miei occhi non riesce a tenere il passo con la qualità di un Mi 8. Mi piacciono molto i colori e anche la nitidezza è molto pronunciata.

In questo smartphone si distingue il software in combinazione con il display. Oltre alla modalità Easy, che ingrandisce il carattere e le icone, e alla modalità Eye-Care, che può anche essere programmata, è possibile selezionare quattro diverse preimpostazioni per la regolazione del colore. Questi includono una modalità adattiva, una modalità standard, una modalità fotografica e una modalità dinamica.

 

 

 

 

È anche possibile regolare la temperatura del colore in modo indipendente e attivare o disattivare la modalità "Sempre acceso".

Sensore di impronte digitali sul display

La caratteristica principale del Meizu 16 è il sensore di impronte digitali sul display. Si tratta di una caratteristica presente in pochissimi smartphone e che Meizu ha implementato alla perfezione.

 

 

Se non si desidera utilizzare questo sensore di impronte digitali, è anche possibile sbloccare il telefono tramite Face Unlock, che funziona bene. Naturalmente non vi è alcun sensore di impronte digitali "reale", lo sblocco può avvenire anche con un modello o PIN.

 

Processore Snapdragon 845

Sia il Meizu 16 sia il Meizu 16 Plus sono dotati del processore Snapdragon 845, attualmente la CPU più potente di Qualcomm. Come previsto, non dobbiamo preoccuparci delle prestazioni. Abbinato a 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, questo è un vero fiore all'occhiello.

Meizu ha adattato bene il sistema operativo Flyme all'hardware e quindi l'intera potenza dello Snapdragon 845 si è rivelata vincente. L'apertura e la chiusura delle applicazioni procede senza intoppi, il multitasking funziona bene.

 

 

 

 

Buona fotocamera

Il Meizu 16 ha una doppia fotocamera, dove il sensore primario offre una risoluzione di 12 megapixel ed è dotato di un diaframma di ƒ/1,8. Si tratta di una caratteristica comune del Meizu 16 e 16 Plus, ma anche dei modelli precedenti. La nuova generazione si basa su hardware vecchio, con cui viene utilizzata la combinazione di 12 e 20 MP, il sensore IMX380 di Sony e IMX350 di Sony.

 

 

 

Di conseguenza, siamo molto soddisfatti della qualità dei risultati finali. L'app della fotocamera stessa offre alcune funzioni, per cui la normale modalità foto e ritratto sono probabilmente le più interessanti. Le foto mi piacciono molto in termini di intensità del colore e la messa a fuoco è davvero fulminea, ma il tempo di scatto è a volte un po' troppo lungo.

 

 

 

 

Fotocamera frontale: la Selfie-Cam si distingue per la sua nitidezza. I colori sono un po' neutri. Tuttavia, la fotocamera soddisfa completamente il suo scopo e chiunque lo desideri può utilizzare i filtri direttamente integrati nell'app della fotocamera sul viso. Sicuramente non si avvicina alla qualità di un Xiaomi Mi 8. La modalità ritratto per la fotocamera frontale è troppo aggressiva per me, il bokeh poi è molto innaturale - peccato!

 

 

 

 

Meizu 16 con sistema operativo Flyme

Meizu ha preinstallato il sistema operativo Flyme, che è molto lontano dal vero Android. Positive sono in ogni caso le possibilità di regolazione del Flyme. Soprattutto per gli aspetti e la visualizzazione si hanno relativamente molte opzioni e si può personalizzare il sistema in base alle proprie idee.

Anche se Flyme mi piace, la versione cinese che stiamo testando ha molti bloatware. Molte applicazioni preinstallate non si possono usare e non si capiscono e solo la lingua inglese o cinese e la mancanza di servizi Google sono punti di critica. Anche se è possibile installare facilmente i servizi di Google con il Google Installer di Meizu App Store, raccomandiamo chiaramente di acquistare la versione globale del dispositivo!

Batteria: il maggiore aspetto negativo

Un'altra differenza rispetto alla versione normale: la batteria. Il Meizu 16 viene fornito con una batteria abbastanza piccola da 3.010 mAh, la versione più grande utilizza una batteria da 3.640 mAh. E da qualche parte ci doveva essere un punto debole nell'hardware. Nel test di riferimento della batteria, il tempo di visualizzazione di circa 7 ore è naturalmente abbastanza basso e purtroppo sufficiente solo per un giorno di utilizzo effettivo.

Ma la tecnologia mCharge riporta lo smartphone al 100% in ben 90 minuti.

Connettività

Il Meizu 16 viene fornito con uno slot USB di tipo C sul lato inferiore, che si trova proprio accanto al connettore jack da 3,5 mm. noltre, c'è uno slot per la dual SIM, che purtroppo non ha spazio per una scheda di memoria microSD. Un'espansione della memoria non è quindi possibile.

 

 

Meizu usa altoparlanti stereo. L'altoparlante sul lato inferiore aggiunge profondità allo spettro sonoro, mentre l'altoparlante nel padiglione auricolare è limitato alle frequenze più alte. Il produttore non è stato nemmeno ambizioso quando si tratta di connettività wireless. Per Internet locale c'è la Dual Band AC-WLAN, per Internet mobile in Cina la versione LTE Band 1/3/7/7/8. La LTE Band 20 è disponibile solo nella versione Global; un altro motivo per cui raccomandiamo vivamente la versione Global! In aggiunta c'è anche l'attuale standard Bluetooth 5.0, così come GPS, GLONASS e A-GPS.

Conclusione

Dopo il test posso dire che mi piace molto il Meizu 16! Ci sono diverse ragioni. Da un lato, c'è il design dello smartphone, che non è solo di altissima qualità, ma anche classico e compatto. Mi piace anche il display AMOLED nel suo complesso, anche se non è il migliore che abbiamo testato finora. Le prestazioni sono al massimo livello, le possibilità di connessione sono molto soddisfacenti e anche il sistema operativo Flyme mi soddisfa.

Anche se la fotocamera non riesce a tenere il passo con gli smartphone di Xiaomi, nel complesso è molto solida. L'unica cosa negativa che voglio sottolineare è la batteria, che purtroppo dura solo per un giorno per circa 7-8 ore. Anche il prezzo è purtroppo un po' alto rispetto a Xiaomi.

Tutto sommato, il Meizu 16 è un grande smartphone.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)  

Vedi il gadget »  

« Post precedente Post successivo »