Notice! Do you want to check out our English website?
13/02/2018

Negli ultimi anni, abbiamo assistito a lanci di molti droni dalla caratteristiche più particolari da parte delle case produttrici. Ultimamente abbiamo ricevuto da Geekbuying il drone H39WH di JJRC, ed è per questo che abbiamo deciso di testarlo e di presentarvelo in questa recensione. Si tratta di un drone FPV, ossia con pilotaggio in prima persona, pieghevole e dotato di controllo dell'altezza. Se anche voi volete saperne di più sul drone H39WH, continuate a leggere la nostra recensione! 

Dati tecnici

  • Modello: JJRC H39WH Cygnus
  • Dimensioni: 42 x 42 x 14 cm (aperto con piedini di sostegno e protettori)
      • 18 x 18 x 6 cm (richiuso)
  • Peso: 195g (con batteria)
  • Batteria: 7.4V 600mAh
    • <9 minuti di volo
  • Fotocamera: HD (1280 x 720p), 1 MP
  • Caratteristiche: controllo dell'altezza, modalità Headless, 360° Flip

Fabbricazione

JJRC è sì una delle marche più conosciute per quanto riguarda la produzione di droni, ma i dispositivi non dispongono di una fabbricazione di ottima qualità. La plastica sembra essere mediocre, i giunti scricchiolano quando si aprono i bracci e i motori non sono brushless. E prima del test non mi aspettavo molto neanche dalla fotocamera. Può sembrare un inizio estremamente negativo, ma c'è da dire che se pilotare il drone è divertente, questi aspetti vanno in secondo piano per me. Per questo passiamo subito al volo di prova.

Il pilotaggio va bene, il controllo dell'altezza funziona bene. All'inizio il drone si inclinava in avanti, cosa che sono riuscito a risolvere con i pulsanti trim. Secondo me, il drone anche al livello 3 di velocità è troppo lento e in caso di vento il pilotaggio è un po' faticoso. Devo dire che pilotare questo drone non mi ha entusiasmato molto.

È davvero un peccato che sia stata inserita questa fotocamera non ottima. Senza questa il prezzo sarebbe stato sicuramente più basso e non ci sarebbero state nemmeno critiche sul fatto se il Cygnus non fosse né un drone video al 100% né un drone acrobatico. In compenso, non vola male quando si girano i video.

Telecomando

Il telecomando in generale non mi piace troppo. I tasti si raggiungono bene e le levette hanno una buona distanza tra loro. A causa delle sua forma non si riesce a tenere bene in mano. Al centro è possibile inserire uno smartphone come display. Quest'utlimo tiene bene grazie alle molle interne, ma il telecomando è più largo in questo modo e si ha la sensazione che sia non naturale in mano.

La portata indicata è di 100 metri, e durante il mio volo di prova non ci sono state interruzioni di connessione.

Il telecomando fa bene il suo lavoro e, a parte la sua maneggiabilità, non ho nulla da lamentare. All'interno delle due impugnature c'è spazio per due pile AA.

Fotocamera

È possibile inserire la fotocamera modulare nella parte inferiore del drone. Bisogna inoltre fissare i due piedini di supporto in modo che l'H39 possa iniziare il volo in modo adeguato. Non ci si deve far ingannare dalla promessa di una fotocamera HD da 720p: troppo spesso ho visto fotocamere simili i cui scatti non erano utilizzabili.

In questo caso le foto non sono così terribili come mi aspettavo. Le foto/video vengono effettuate in 1MP/1280 x 720p e sono molto nitide. Tuttavia non si riescono a riconoscere molti dettagli degli scatti. 

I video presentano tutti lo stesso problema del luccichio dell'immagine. Ciò è anche dovuto al gimbal mancante, che altrimenti avrebbe compensato le vibrazioni del drone. In caso di movimenti il dorne si inclina e di conseguenza anche la fotocamera, cosa che dà fastidio nei video. Quindi le riprese video non sono proprio utilizzabili.

App

Anche se della app non si parla né sulla confezione né nello shop né nelle istruzioni, naturalmente si ha bisogno di una app per riprodurre il video della telecamera sul cellulare. Facendo una ricerca rapida sullo App-Store troviamo la JJRC-App (Android/iOS). La conosciamo già perché è stata utilizzata per altri droni e anche in questo caso funziona come sempre sebbene dal punto di vista estetico non è più al passo coi tempi.

Accendere il drone, cercare il segnale Wi-Fi con lo smartphone, connettersi e avviare la app: non è necessario fare altro. Da qui è possibile scattare le foto e guardare le riprese, ma anche pilotare il drone completamente tramite lo smartphone. Tuttavia è più facile con lo smartphone.

Accessori

Ci sono molti pezzi optional. Per il pilotaggio serve ovviamente la batteria da ricaricare prima con il cavo USB. Se pilotate con la fotocamera, è necessario inserire i due piedini di sostegno e per proteggere i rotori è necessario avvitare i quattro protettori con il cacciavite in dotazione. Sono disponibili anche du rotori di ricambio.

Conclusione

Resta fermo il fatto che per un videodrone decente è necessario spendere più soldi. Con il JJRC H39 non si possono fare bei video o belle foto, in compenso però vola meglio rispetto a un classico quadricottero con fotocamera. Vi consiglio comunque di dare un'occhiata al drone VISUO.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)  

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »