Notice! Do you want to check out our English website?
05/02/2018

Molti produttori cinesi si sono ispirati e continuano a ispirarsi ai dispositivi Microsoft Surface per creare nuovi computer portatili o tablet. La maggior parte di questi non è di ottima qualità, presenta una lavorazione non proprio perfetta e, a volte, anche l'hardware ha qualche problema. Il migliore produttore cinese di computer ispirati ai Microsoft Surface è senz'altro CHUWI, che con il suo Surbook Mini si presenta come il migliore clone testato finora. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

Dati tecnici

  • Nome: CHUWI Surbook Mini 
  • Display: 10,8 pollici, 1920 x 1280 p
  • Processore: Intel Celeron N3450
  • RAM: 4 GB DDR3L
  • Memoria interna: 64 GB
  • Chip grafica: Intel HD Graphics 500
  • Batteria: 8000 mAh
  • Dimensioni: 26,80 x 18,30 x 0,88 cm
  • Peso: 748 gr
  • Sistema operativo: Windows 10
  • Prezzo: circa 220€

Confezione

Il SurBook Mini ci è arrivato in una semplice confezione di cartone. All'interno vi erano, oltre al tablet PC stesso, le istruzioni in tedesco e in inglese, un cavo di carica USB C e un connettore VDE C7.

Alimentatore del CHUWI SurBook Mini

Sia SurBook sia l'alimentatore sono dotati del marchio CE e, per mia sorpresa, anche del marchio TÜV Rheinland e GS. Una volta aver verificato l'ID del certificato in internet, ero sicuro che non si trattasse di un falso.

Lavorazione e design

In generale, il CHUWI SurBook Mini fa una buona impressone e rispetto alla serie CHUWI Hi-Tablet sembra avere una qualità migliore. La lavorazione è ben fatta e non vi sono difetti di fabbricazione; solo la pellicola protettiva del display non è perfettamente incollata su un lato.

Chi ha già avuto a che fare con i cloni dei dispositivi Surface sa già che il supporto è la caratteristica del Surface che viene copiata maggiormente. Di solito, la copia non è bene realizzata e il piede è traballante e non particolarmente stabile.

Nel CHUWI SurBook Mini, invece, è l'opposto. Il piede di sostegno fa un'ottima impressione già quando lo si apre e il tablet PC mantiene stabilmente la sua posizione.

Osservando attentamente la parte interna del CHUWI SurBook Mini scopriamo che la cerniera è rinforzata da lastre di metallo, che conferiscono maggiore stabilità a tutta la struttura.

Con dimensioni di 26,80 x 18,30 x 0,88 cm e un peso di circa 748 grammi, il SurBook Mini è piccolo, maneggevole e leggero rispetto ad altri dispositivi simili. È quindi un portatile perfetto per i pendolari o per le persone che viaggiano molto per lavoro.

Optional: tastiera e touchpad

È possibile utilizzare il CHUWI Surbook anche come computer portatile aggiungendo la tastiera QWERTY. Come accade nei dispositivi Surface, anche qui la tastiera viene collegata tramite un connettore a 5 pin e mantenuta da magneti.

Per quanto riguarda la tastiera si tratta (per la mia felicità) non di una cover touch, am di una normale tastiera con i tasti. Il feedback tattile è minore con un'altezza dei tasti di circa un millimetro, ma secondo me va abbastanza bene e consente di avere una sensazione di scrittura come in una tastiera di un portatile. Inoltre la tastiera serve anche come cover del display e lo protegge durante il trasporto.

Le dimensioni del touchpad di 85 x 53 mm vanno bene. Supporta i gesti multi touch, che funzionano bene. A voltecliccare sul "mouse" è un po' difficile perché la cover sottile cede alle digitazioni leggere e non fa riconoscere il clic.

Collegamenti e connettività

Il Surbook Mini dispone di due USB-A 3.0 e un'interfaccia USB-C. A ciò si aggiunge anche un'entrata jack da 3,5 mm e uno slot per la scheda microSD.

Tra le possibilità di connessione troviamo un modulo W-LAN ac-Standard, che supporta reti di 2,4 GHz e di 5,0 GHz e un chip Bluetooth 4.0. Non è presente un collegamento HDMI.

Batteria

La batteria da 8000 mAh occupa circa i 2/3 dell'intera superfice del tablet. La sua durata è di 6-7 ore con un utilizzo medio, luminosità ridotta, utilizzo delle applicazioni Office e navigare in internet.

Con un utilizzo più intenso, come ad esempio lo streaming video a piena luminosità, la durata si riduce a 5 ore. È possibile ricaricare la batteria in 3 ore grazie al caricabatterie in dotazione oppure tramite cavo USB C e caricabatterie portatile o caricabatterie dello smartphone.

Display

Il display da 10,8 pollici ha una risoluzione di 1920 x 1280 pixel e un'intensità di pixel di 213 PPI.

La luminosità dello schermo laminato rientra nella media. Con la luminosità al massimo anche lavorare all'aperto non rappresenta un problema, anche se ogni tanto lo schermo riflette la luce. All'interno basta una luminosità del 25-50%.

Il CHUWI SurBook Mini ha in dotazione anche una CHUWI HiPen 2. La penna funziona benissimo e in modo preciso, ed è utili per selezionare i file PDF, per scrivere negli appunti o come supporto alla navigazione.

Hardware

Nel CHUWI SurBook Mini è presente Intel Celeron N3450 Quad-Core @ 1,1 GHz. Il processore è stato presentato nel 2016.

Troviamo inoltre una GPU Intel HD Graphics 500, 4 GB di RAM e una memoria da 64 GB SSD, che si può espandere tramite una scheda micro-SD. In generale, l'hardware a disposizione va bene per navigare, per utilizzare le applicazioni Office e i giochi.

Qualità del suono

Il clone del Surface è dotato di due altopalranti, disposti l'uno accanto all'altro sul lato destro.

I due altoparlanti vanno bene per guardare un video in internete, ma per tutto il resto vi consiglio di utilizzare le cuffie oppure di connettere uno speaker Bluetooth esterno. 

Conclusione

Se siete alla ricerca di una combinazione tra computer portatile e tabet per navigare, streaming, lavorare (Office), giocare, con il CHUWI SurBook Mini ricevete un clone Surface ben fabbricato, che batte l'originale sul prezzo.

Aspetti positivi:

  • Fabbricazione/Design
  • Carica trammite caricabatterie esterno
  • Marchio CE
  • Memoria espandibile tramite Micro-SD
  • Prezzo/Prestazione
  • Portabilità

Aspetti negativi:

  • altoparlante mono
  • nessuna connessione HDMI
  • Hardware non recente

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-) 

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »