Notice! Do you want to check out our English website?
29/03/2019

Oggi vogliamo parlarvi di un altro quadricottero, ovvero del Bugs 3 Pro. Si tratta di un classico drone per principianti, dotato di fotocamera facile da controllare, piuttosto moderata (ma intercambiabile) e disponibile a un prezzo relativamente basso. Come sempre quando si tratta di droni, eravamo curiosi di sapere come funzionava questo nuovo prodotto e abbiamo deciso di metterlo alla prova. Se anche voi volete saperne di più sul MJX Bugs 3 Pro, continuate a leggere la nostra recensione!

Quadricottero MJX Bugs 3 Pro

disponibile su GearBest per 114,81€

Dati tecnici

Modello: MJX Bugs 3 Pro

Dimensioni: 410 x 410 x 150 mm

Peso: 1540 g

Batteria: 7,4 V 2.800 mAh, <22 minuti di volo

Velocità: <36 km/h

Fotocamera; facoltativa; 720p-Cam inclusa

Caratteristiche: ~600 m di portata; motion tracking, POI, GPS

Prezzo: <150€

Uscita: estate 2018

Imballaggio, montaggio e trasporto

Cartone e drone sono arrivati intatti. All'esterno ci sono le solite foto e qualche dettaglio tecnico, in cima una maniglia per il trasporto. All'interno tutto è imballato in polistirolo.

 

Dopo aver aperto la scatola, troviamo gli accessori completi. Ci sono un totale di otto eliche (quattro come parti di ricambio), quattro piedini con un totale di 10 viti (due delle quali sono parti di ricambio), cavo di ricarica USB e caricabatterie, la fotocamera con cavo e staffa e la batteria. Sono inclusi un cacciavite e un attrezzo speciale per il fissaggio di piedini ed eliche. C'è anche un supporto per smartphone per il controllo remoto.

 

 

 

Primo passo: assemblare le parti importanti. I piedini sono fissati con due viti ciascuna, il che richiede solo pochi minuti. Purtroppo, questo è un po' impraticabile per il trasporto, perché poi il drone non ci sta più nella scatola. E per rimuovere i supporti, è sempre necessario il cacciavite giusto. 

Si tratta ovviamente di un punto critico perché è impraticabile portare il drone con sé. C'è un motivo per cui molti droni più recenti (anche se spesso più costosi) utilizzano bracci pieghevoli o semplici sistemi a innesto.

 

 

 

Il supporto per la fotocamera è semplicemente inserito nella parte inferiore. Un piccolo interruttore lo tiene in posizione.

 

 

Le eliche sono avvitate e possono essere rimosse con la stessa facilità per il trasporto. Grazie alla marcatura con A e B e alla filettatura sinistra e destra, nessuno dei rotori può essere fissato in modo errato. L'utensile in dotazione è in realtà superfluo, i motori possono essere tenuti anche con le dita. I motori sono motori brushless.

 

 

 

La lavorazione delle singole parti è buona, il montaggio è molto semplice. La scatola è abbastanza spaziosa per riporre tutto senza problemi. Il fatto che i piedini siano avvitati è solo un problema di lusso.

Controllo remoto

Il controllo remoto è abbastanza grande, ma piacevolmente rotondo e si adatta bene alla mano. Le informazioni di volo (GPS, batteria) sono visualizzate su un display stretto in basso. Il porta-smartphone incluso può essere inserito nella parte superiore. A differenza di molti altri telecomandi economici, tutti i tasti sono etichettati o almeno dotati di simboli, in modo che la loro funzione sia immediatamente chiara anche senza istruzioni. Non è così bello: alcuni tasti sono semplicemente segnaposto senza funzione. Anche la rotella in alto a destra, con la quale si può inclinare la telecamera, è rigidamente fissa e non ha alcuna funzione.

 

La prima volta che lo accendete, è necessario collegare per prima il drone e il telecomando, ma questo avviene con due pulsanti. Dovrete anche calibrare la bussola del drone prima del primo lancio ruotando alcune volte il Bugs 3 intorno al suo asse. Come funziona tutto questo è spiegato nel manuale in inglese.

App "Bugs Go"

L'applicazione soddisfa lo standard sotto quasi tutti gli aspetti. Scansionate il codice QR nel manuale, scaricate Bugs Go per Android o iOS, accendete il drone e collegate lo smartphone alla WLAN di Bugs 3 Pro. Per prima cosa è possibile scegliere il modello, in questo caso il Bugs 3 Pro, e cambiare la lingua tramite l'icona nell'angolo in alto a destra.

 

 

 

L'interfaccia vera e propria offre poi anche un'immagine familiare. Le informazioni sul volo, come l'altitudine, la distanza e lo stato della batteria, sono visualizzate in alto. A sinistra si possono selezionare RTH, Point-of-Interest e Follow-Me, a destra si aziona la telecamera. Le impostazioni sono accessibili tramite il simbolo della ruota dentata in alto al centro.

 

 

 

Fotocamera

Ci sono diverse versioni del drone: con fotocamera 720p, 1080p o completamente senza fotocamera. La versione 1080p è ancora più costosa, mentre non c'è quasi nessuna differenza tra 720p e "no camera". Ma questo indica che non ci si dovrebbe aspettare molto dalla fotocamera. Dopo tutto, c'è la possibilità di montare una action camera di dimensioni simili nel supporto. Non c'è un giunto cardanico per la stabilizzazione.

 

 

 

La staffa è esattamente adattata alla fotocamera allegata ed è larga 6,1 cm e alta 4 cm. Non è possibile utilizzare fotocamere più grandi, anche le Action Cam della serie Yi 4K sono troppo larghe con 6,5 cm. Inoltre, la telecamera è alimentata dal drone e trasmette il segnale WLAN, in modo che l'app possa essere utilizzata solo con la telecamera in dotazione.

Fotocamera da 720p

Questa fotocamera è quella inclusa nel nostro modello, quindi ci riferiremo principalmente a essa. La fotocamera ha l'aspetto di una Action Cam all'esterno, ma è molto più leggera ed è solo un alloggiamento in plastica per il sensore di immagine. La telecamera è collegata al drone tramite cavo (da micro-USB a micro-USB). Oltre alla porta USB troviamo uno slot per schede SD. In alternativa, le immagini vengono memorizzate senza scheda SD ma anche direttamente sul telefono cellulare.

Come previsto, la qualità della fotocamera non è buona. Le immagini sono sfocate w la risoluzione minima accettabile di 720p non si rivela vantaggiosa. Inoltre, si nota l'assenza del giunto cardanico, poiché la telecamera si inclina durante l'accelerazione e la decelerazione. Inoltre, le vibrazioni dei motori sono chiaramente visibili nel video sotto forma di strisce orizzontali ondulate, il che peggiora ulteriormente l'immagine.

Anche le foto sono state scattate con una risoluzione di 1280 x 720p (circa 1 megapixel), ma hanno un aspetto ancora peggiore delle immagini in movimento.

 

 

Caratteristiche

Qui si ha disposizione l'intera gamma di funzioni supportate dal GPS. Così il Bugs 3 Pro mantiene la sua posizione con l'aiuto del GPS. Quando il livello della batteria scende (o premendo un pulsante), il drone ritorna al punto di partenza. Anche la funzione del punto di interesse, in cui il drone ruota intorno a un punto, è resa possibile in questo modo (e non tramite la telecamera).

 

 

 

 

Nella modalità "Follow Me", il quadricottero si orienta verso la posizione dello smartphone. Questo è chiaramente più lento del riconoscimento ottico, ma nel complesso funziona bene. Ha anche il vantaggio che il drone continua a seguirti, anche se ti sposti fuori dal campo visivo della telecamera. La distanza rimane la stessa, l'altezza può essere regolata.

 

 

 

Funzioni come la modalità headless o il flip a 360° non sono adatte per la registrazione video. Se si desidera utilizzarle, si può lasciare fuori la fotocamera e volare teoricamente senza i supporti. Le caratteristiche di volo sono del tutto ok, ma è meglio se si vola con vento calmo o al massimo un vento leggero. Il ritorno automatico funziona lentamente ma in modo affidabile.

Batteria - Sopra la media

Interessante è la batteria da 2800 mAh, che è abbastanza ampia e dovrebbe fornire tempi di volo fino a 22 minuti. L'unico inconveniente è che il telecomando emette un segnale di avvertimento precoce quando la batteria si sta per scaricare. Gli ultimi minuti sono sempre accompagnati da un fastidioso segnale acustico.

 

Conclusione

L'MJX Bugs 3 Pro è disponibile dall'autunno 2018 ed è sicuramente rivolto ai principianti. Non è possibile girare video davvero satbili senza gimbal. La fotocamera 720p in dotazione è al di sotto della media, la versione 1080p dovrebbe essere leggermente migliore. Per l'uso privato e le prime esperienze con le registrazioni video con i droni può essere sufficiente, e soprattutto il buon tempo di volo di circa 20 minuti è un vantaggio per i principianti. Se si sceglie una versione con tre batterie, si ha anche una buona ora di volo.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »