14/07/2018

Dopo una trepidante attesa, è arrivato. Abbiamo ricevuto il piccolo drone Xiaomi Mitu da Geekbuying che ci è stato inviato già assemblato. Questo drone arriva con caratteristiche molto interessanti. Innanzitutto, troviamo una telecamera che ci permette di vedere l'immagne live ed è dotato inoltre di un sensore a infrarossi. Noi lo abbiamo subito messo alla prova per testare queste importanti caratteristiche. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

 

Dettagli tecnici

  • Nome Xiaomi Mitu
  • Dimensioni 91 x 91 x 38 mm
  • Peso 88 g
  • Batteria 920 mAh; 10 minuti di volo
  • Foto: 1600 x 1200 (2MP)
  • Video: 1280 x 720p
  • Caratteristiche: portata di 50 m, controllo tramite controller Bluetooth, 4 GB di memoria
  • Prezzo ~65€

Xiaomi torna nel mercato dei droni?

Il drone appartiene alla serie Mitu di Xiaomi. Molti prodotti della categoria giocattoli, come i kit Mitu Robot e Mitu Rover, che ricordano i mattoncini di un certo produttore danese, sono apparsi con questo nome. Il logo sul retro del drone e la tipica combinazione di colori bianco-arancione mostrano direttamente che appartiene anche alla famiglia Mitu.

 

 

 

Dopo il Mi Drone, uscito con una telecamera da 1080p e da 4K, Xiaomi non si era più dedicato a quest'ambito. In questo caso, l'azienda si è mossa in una direzione completamente diversa, e non presenta un video drone per le riprese spettacolari, ma un giocattolo che serve piuttosto per l'intrattenimento.

Confezione

Il drone è disponibile in una bella scatola di colore azzurro chiaro. Conosciamo la scelta del colore almeno in modo simile da altri prodotti Mitu. La scatola misura solo 12,5 x 12,5 cm, il che è dovuto al fatto che il drone prima deve essere assemblato.

 

Oltre al drone, la scatola contiene anche la batteria, un totale di sei eliche (due come ricambi) e quattro protezioni. Per la ricarica del drone è disponibile anche un cavo micro-USB lungo circa 20 cm. La lavorazione è, come ci si aspettava, molto buona. Non sono necessari viti o utensili per assemblare il drone Mitu. Le eliche così come le protezioni sono semplicemente attaccati e rimagono bene in posizione. Durante il test c'è stato un piccolo incidente ma tutte le parti sono rimaste integre.

Connessione a uno smartphone o a un gamepad

Il drone Mitu è controllato tramite smartphone, ma c'è anche un'applicazione separata che richiede una registrazione con indirizzo e-mail. Siamo già abituati ai controlli e il design di base dell'app non è diverso da quello di altre applicazioni. Ciò che è speciale, tuttavia, è che il drone può essere controllato anche con un controller Bluetooth.

Collegamento allo smartphone

 

È qui che iniziano i problemi. Il drone utilizza il WiFi da 5.0 GHz, che non tutti gli smartphone supportano, o secondo la descrizione anche 5.8 GHz come frequenza sulla banda 802.11a. Di conseguenza, molti smartphone non riconoscono il segnale WLAN del drone. Questa frequenza non è praticamente utilizzata nell'Unione Europea. Ironia della sorte, questo vale anche per molti dispositivi Xiaomi. 

Quindi, se volete pilotare il drone con il vostro smartphone, assicuratevi in anticipo che questo sia possibile con il modello. Suppongo che sia possibile cambiare il segnale WLAN del drone a 2,4 GHz. Le istruzioni si trovano qui. Sembra che funzioni per alcuni, ma non per altri. L'ho fatto diverse volte, ma finora non ho avuto successo.

L'applicazione richiesta è MiDroneMini, che potete trovare in cinese tramite il QR code del manuale. C'è anche una versione inglese per Android nel Playstore.

Collegamento a un controller Bluetooth

Poi c'è la possibilità di controllo tramite controllore. Qui è purtroppo simile ai cellulari: non tutti i modelli sono compatibili. Ciò che funziona perfettamente è il gamepad di Xiaomi stesso. Il controller e il drone possono essere facilmente accoppiati e il controllo funziona molto bene. Sfortunatamente non è più possibile acquistare il controller e, in caso affermativo, a prezzi inaccettabilmente alti. Ho provato con altri modelli provenienti dalla Cina, ma non ho ancora avuto alcun successo.

 

 

Controllo

Ma una volta trovato uno smartphone che funziona, o anche la fortuna di avere un controller Bluetooth adatto, il drone vola molto bene. Anzi, devo dire che è il miglior drone che abbia mai pilotato in questa fascia di prezzo. Il sensore optical Flow fa sì che il drone mantenga la posizione quasi esattamente. Anche un vento leggero non causa problemi in questo caso.

Controllo tramite controller

Mi limiterò a dire qualcosa sul controllore, perché qui si hanno meno funzioni che nell'app. Quando il gamepad di Xiaomi e il drone sono collegati, basta tenere premuto il pulsante Menu (a destra del grande pulsante Mi) per avviare il drone. Tenere premuto per circa tre secondi e il Mitu Drone si avvia. Utilizzare L2 per modificare la velocità. Nella posizione più alta il piccolo quadricottero vola abbastanza velocemente.

Il controllo tramite le levette funziona senza problemi, anche se c'è un ritardo minimo degli input. Ciò è dovuto alla connessione Bluetooth. Anche la portata è limitata, ma comunque più di 15 metri. A parte questo, il drone vola molto, molto bene e sarà facile da usare anche dai principianti.

Controllo tramite app - MiDroneMini

In primo luogo, è necessario creare un account. Se si utilizza l'applicazione cinese, verrà richiesto di immettere un numero di telefono. Nell'angolo in alto a destra di questo campo è possibile passare all'immissione dell'e-mail e creare anche l'account. Nell'app inglese, la configurazione è auto-esplicativa.

 

 

Come già accennato, lo smartphone deve trovare il segnale WiFi. In tal caso, l'applicazione cercherà e troverà automaticamente il segnale quando il drone è acceso dopo il lancio. La password predefinita è 123456789; immetterla una volta e si è pronti a partire.

 

 

 

Prima di iniziare, è già possibile effettuare alcune impostazioni. Le due più importanti per il volo: velocità e altitudine massima. Il punto "Joystick Sensitivity" permette di regolare la sensibilità del drone ai movimenti delle levette virtuali, il che significa che alla fine vola più velocemente. Una volta raggiunta l'altitudine impostata, il drone non continuerà a salire. Questo vale anche per il volo con il controller Bluetooth. L'impostazione predefinita è 5 metri, ma può essere impostata su 2 metri o 25 metri.

È inoltre possibile aggiornare il firmware, calibrare il controllore e accedere alle registrazioni. Ma soprattutto, è possibile controllare il drone. Se siete abituati a un normale telecomando, l'input tramite il touch screen del telefono cellulare richiede un po' di tempo per abituarvi.

Fotocamera 720p

Sono un po' deluso dalla fotocamera. Le registrazioni sono "ok" se le si guarda sul cellulare. Non importa se non si tratta di una fotocamera Full HD. Su un monitor più grande, purtroppo, oltre alla bassa risoluzione, si notano anche elementi di immagine molto confusi.

 

Sono rimasto positivamente sorpreso che il drone abbia un totale di 4 GB di memoria. Ciò significa che le registrazioni vengono memorizzate direttamente sul drone e purtroppo non trasmesse via WLAN al cellulare.

 

Non c'è la stabilizzazione dell'immagine e neanche il gimbal. Ciò provoca una leggera vibrazione dei video. Questo è particolarmente importante durante i movimenti veloci e i frequenti arresti e accelerazioni, con il drone che si inclina ogni volta in avanti. I video senza tremolio della fotocamera sono possibili solo durante voli molto lenti in condizioni di calma.

La funzione Battle a infrarossi

Con un secondo drone è possibile utilizzare la funzione Battle del drone. Qui, due droni possono combattere a raggi infrarossi e "spararsi" l'un l'altro, l'applicazione sullo smartphone serve come interfaccia. L'avevamo testato con un altro drone, il Cheerson CX-60, in passato. Avendo al momento solo un drone Mitu, non abbiamo ancora vuto modo di provare.

Conclusione

Mi piace molto questo drone per diversi motivi. La lavorazione è eccellente e le caratteristiche di volo sono impareggiabili per 60€. La durata del volo di quasi 10 minuti è superiore alla media, anche se non sensazionale. Purtroppo, non tutti gli smartphone sono in grado di controllare il drone al momento. Spero sinceramente che Xiaomi possa presentare un aggiornamento in merito.

La telecamera... beh, i video sembrano decenti, tranne che per gli scatti occasionali. In realtà è meglio vedere i video sul cellulare e non su schermi più grandi. Le foto non sono eccellenti e vi consiglio di utilizzare questa funzione al massimo se non si ha un'altra macchina fotografica a portata di mano o se si desidera scattare una foto ricordo in vacanza da una prospettiva speciale.

Se avete gli accessori giusti come smartphone e controller e siete alla ricerca di un mini drone davvero buono, difficilmente si può ottenere di meglio per 60€.

 Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-) 

Vai alla pagina del gadget »

« Post precedente Post successivo »