Notice! Do you want to check out our English website?
08/12/2017

Pensate che i droni con gli occhiali FPV siano troppo costosi, difficili da pilotare e adatti solo ai professionisti? È quello che pensavo anch'io prima di scoprire questo mini modello. Infatti il Redpawz R011 consente anche ai principianti un volo con occhiali FPV a un prezzo di circa 50 €. Detta così, sembra davvero promettente e per questo lo abbiamo messo alla prova e abbiamo cercato di capire quali sono le sue potenzialità. Se anche voi volete saperne di più, continuate a leggere la nostra recensione!

Dati tecnici

  • Modello: Redpawz R011
  • Dimensioni: 83,5 x 83,5 x 42,2 mm
  • Peso: 20 g (ohne Akku)
  • Batteria: 3,7 V / 200 mAh
  • 5 Minuti di volo
  • Angolo: 120°
  • Caratteristiche: occhiali FPV

Design e lavorazione

A prima vista il Redpawz assomiglia a un comune mini drone con la telecamera e dal punto di vista estetico mi ricorda il FuriBee. I rotori non sono liberi ma hanno una protezione intorno. La batteria si trova nella parte inferiore e può essere rimossa e sostituita.

La copertura è in plastica sottile. Per via del peso ridotto, il drone non sembra essere motlo stabile. Ciò si nota soprattutto collegando la batteria alla parte inferiore perché in quel caso si deve fafre un po' di pressione sull'alloggiamento. Bisogna fare attenzione soprattutto all'estrazione della batteria, ma con un po' di tatto e pazienza si riesce a farlo senza problemi.

Caratteristiche di volo

Normalmente, questo punto è secondo me uno dei più importanti, ma in questo caso faccio un'eccezione perché al primo posto c'è la funzione FPV. Il mini drone soddisfa tutte le aspettative e riesce a volare tranquillamente in ambienti chiusi privi di vento. Il drone non dispone però della funzione Altitude Hold, l'altezza deve quindi essere regolata manualmente con lo levetta a sinistra.

È possibile anche eseguire i salti mortali così come la modalità Headless. Tuttavia, se si vogliono utilizzare gli occhiali, è necessario rinunciare a tutte queste funzioni.

Batteria

Come abbiamo detto, la batteria non si collega e scollega facilmente, ma comunque si può sostituire. Garantisce circa cinque minuti di volo, che con il volo FPV non sono molti. La batteria è di nuovo carica in mezz'ora.

Telecamera e funzione FPV

Questa è la parte più importante. Sicuramente, l'FPV non è una novità assoluta, ma per i principianti o gli hobbisti è sicuramente qualcosa di particolare.

Gli occhiali sono piuttosto piccoli, ma si adattano bene al naso e si possono fissare alla testa grazie al nastro in dotazione. Premendo a lungo il tasto di accensione, si accendono gli occhiali, mentre premendo leggermente si avvia la ricerca della frequenza. Con il drone acceso dura un paio di secondi prima che l'immagine della telecamera venga proiettata sul display da 3 pollici. Lì si possono impostare la luminosità, il contrasto e il livello di saturazione del colore. Già con le impostazioni standard, l'immagine è molto nitida con una luminosità adeguata. La risoluzione del display è di 500x300p.

Grazie alle dimensioni ridotte, il rischio di farsi male è piuttosto basso. Nei droni da corsa ho avuto difficoltà a navigare ad alte velocità solo tramite lo schermo, qui invece è stato molto facile imparare.

Conclusione

Le funzioni FPV del drone sono molto interessanti. La trasmissione funziona bene e si riesce a riconoscere l'immagine a una risoluzione elevata. L'unico aspetto negativo è la durata di volo limitata.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-) 

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »