25/05/2016

A, C, W, o D? Ok, lo ammetto, pian piano tutti questi nomi dei modelli Cheerson stanno facendo confondere anche me. E con il recente lancio del modello CX-10D da Banggood, il quarto modello della serie CX-10 di Cheerson, non ci si riesce più a racapezzare. Tuttavia, ci sono alcune novità di questo nuovo modello che lo rendono molto diverso dagli altri e quindi la confusione svanisce subito. Io l'ho testato e in questa recensione provo a spiegarvi in modo dettagliato le sue peculiarità. 

CX-10D

Il CX-10D è addirittura più piccolo rispetto ai suoi predecessori.

A parte il colore vivace, ci si rende subito conto di una differenza sostanziale rispetto agli altri modelli: qui non è stata installata la videocamera. Anche il dispositivo per le app del CX-10W non è più presente. Qui ciò che emerge è proprio il piacere di far volare questo oggetto, e in questo senso ho riscontrato alcuni miglioramenti. Infatti, in questo nuovo modello è stata installata una batteria da 150mAh che è sufficiente per un volo di 5-6 minuti. Basta solo premere lo stick a destra e il quadricottero compie un salto nella direzione desiderata; se si preme invece lo stick a sinistra, la velocità cambia in tre livelli. 

CX-10D controllo remoto

Colori vivaci: sia il quadricottero che il telecomando sembrano essere caduti in una cassetta dei colori.

La maggiore modifica riguarda però il controllo dell'altezza; il joystick non è infatti come quello degli altri modelli. In entrambe le leve di comando è stata installata una molla in modo che queste rimangano nellla stessa posizione e il quadricottero mantenga autonomamente l'altezza. Ciò è possibile tramite un sensore di pressione dell'aria che funziona realmente e anche molto bene: una volta raggiunta una certa altezza, si può far volare il quadricottero con una mano, poi farlo atterrare oppure risalire. Le oscillazioni in altezza sono tra i 5 e i 10 centimetri.

Per il decollo e l'atterraggio, è presente la funzione One Touch Landing (oppure Take-Off). Premendo questo tasto, si fa partire il CX-10D e lasciarlo sospeso a un'altezza di circa un metro. Per quest'ultimo passaggio, mi ci sono voluti due o tre atterraggi prima che il quadricottero rimanesse davvero sospeso in aria. L'atterraggio è avvenuto senza problemi o "incidenti". 

L'assenza della camera non fa di lui un diretto successore degli altri modelli, ma neanche del primissimo modello, il CX-10(A), perché sono stati fatti dei passi da gigante per quanto riguarda il comando del dispositivo. Dato che non ci si deve occupare del controllo dell'altezza di volo, ci si può concentrare del tutto sul comando: secondo me, infatti, controllare entrambi contemporaneamente è un problema per molti principianti. 

E chi lo sa, forse il prossimo passo di Cheerson è quello di creare un Mini-FPV-Quadcopter con questi nuovi comandi. Non ci resta altro che aspettare e sperare che sia così. ???? Posso dirvi comunque che ci si diverte un sacco con questo nuovo modello del produttore cinese.

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)  

Vai alla pagina del gadget »

« Post precedente Post successivo »