Notice! Do you want to check out our English website?
26/04/2018

Tutto è andato più veloce del previsto: i nuovi auricolari Xiaomi Half con driver ibridi sono stati presentati in Cina il 23 marzo e solo dopo tre settimane sono arrivate già da noi. Da parte nostra noi non abbiamo aspettato molto e li abbiamo subito messi alla prova. Abbiamo provato a scoprire le caratteristiche di questi auricolari con connessione jack, le loro funzionalità e se esiste una differenza con gli EarPods di Apple. Se anche voi volete saperne di più, non perdetevi la nostra recensione!

 

Dati tecnici 

  • Nome: Xiaomi Half In-Ear
  • Sensibilità: 105dB
  • Frequenza: 20Hz-40KHz
  • Impedenza: 32 Ohm
  • Connettività: jack da 3,5 mm
  • Lunghezza cavo: 1,25 m
  • Peso: 14 g

Confezione

Le "Half In-Ears" di Xiaomi sono arrivate in una semplice confezione di plastica, che sembra essere di qualità inferiore rispetto a quella della serie Piston.

 

Anche il contenuto della confezione è molto limitato, vi troviamo soltanto gli auricolari e le istruzioni in cinese.

 

Design e fabbricazione

Gli auricolari Xiaomi Halb In-Ears richiamano tanto gli Apples EarPods, disponibili con qualsiasi iPhone, iPod Touch e iPod Nano oppure sepratamente. A differenza degli Apples EarPods quelli di Xiaomi sono disponibili sia in bianco sia in nero e presentano inoltre piccole differenze per quanto riguarda il design.

 

Inoltre, Xiaomi ha dotato gli auricolari di una copertura argentata sul retro. In questo punto gli auricolari hanno una L o una R, negli Apple EarPods questo segno si trova nella parte interna.

 

Dritto o piegato? Un argomento di discussione per molti. Alcuni preferiscono un connettore jack dritto, altri considerano più vantaggioso il connettore jack a 90°. In ogni caso Xiaomi ha deciso di utilizzare qua la variante piegata, mentre Apple utilizza quella dritta.

 

L'ultima considerevole differenza è che il cavo è molto flessibile nella parte che si trova direttamente negli auricolari, mentre negli EarPod è di plastica rigida.

 

Gli auricolari sono realizzati in plastica e gomma e pesano 14,1 grammi. Inoltre, il cavo con una lunghezza di 1,25 m è abbastanza lungo. Per quanto riguarda la qualità di fabbricazione, non ho trovato grandi differenze con gli auricolari di Apple. Gli auricolari Half In-Ear di Xiaomi sono realizzati in modo solido e non presentano alcun difetto di fabbricazione.

 

Qualità del suono

A differenza degli altri auricolari ibridi di Xiaomi, questi non arrivano con i un driver dinamico e uno BA, ma al posto di quest'ultimo troviamo un driver di ceramica. La ceramica viene utilizzato ultimamente come materiale per gli altoparlanti perché riproduce in modo estremamente chiaro le frequenze.

 

Durante il test, il suono si è rivelato essere di ottima qualità, simile a quello degli Earpods. I punti di forza di questi auricolari sono nelle tonalità medio-alte. 

Pulsanti

Come era già successo negli Xiaomi ANC In-Ear con connessione jack, con iOS funziona soltanto il tasto centrale, i tasti del volume non sono utilizzabili.

 

Con Android invece i tasti funzionano molto bene, anche con il sistema operativo MIUI di Xiaomi, basato su Android.

Funzioni dei tasti

  Premere una volta Premere due volte Premere tre volte
Tasto superiore aumentare il volume - -
Tasto intermedio play/pausa; rispondere/terminare chiamate brano successivo brano precedente
Tasto inferiore diminuire il volume - -

Microfono

L'headset si trova sul retro dell'elemento di comando a una buona altezza dalla bocca. Durante il test, il microfono ha funzionato bene e il mio interlocutore è riuscito a sentirmi bene.

 

Conclusione

Questi auricolari sono un'ottima opzione per tutti i fan degli Apple EarPod, visto che non presentano differenze per quanto riguarda la qualità del suono. Inoltre, Xiaomi è riuscito a creare un'alternativa agli EarPod per tutti gli utenti Android.

Aspetti positivi:

  • fabbricazione/design/materiale
  • alternativa agli EarPod per Android
  • ottima tonalità medio e alta

Aspetti negativi:

  • non supportati da tutti gli smartphone
  • se non si adattano bene al padiglione auricolare i bassi si sentono poco

Vi è piaciuto questo articolo? Seguiteci anche su Facebook per non perdere gli ultimi articoli di PandaCheck! ;-)

Vedi il gadget »

« Post precedente Post successivo »